Crediti R&S, innovazione tecnologica e digitale: la certificazione del Revisore e la relazione tecnica asseverano il diritto al bonus

Commenti disabilitati su Crediti R&S, innovazione tecnologica e digitale: la certificazione del Revisore e la relazione tecnica asseverano il diritto al bonus 3

Il Disegno di Legge di Bilancio 2021 prevede l’incremento delle percentuali di spettanza dei crediti per ricerca e sviluppo, innovazione tecnologica, innovazione digitale 4.0 e design & ideazione estetica, nonché un incremento della base di computo del credito stesso e la proroga al 31 dicembre 2022.

Si tratta di una novità fondamentale per le imprese residenti in Italia e per le stabili organizzazioni di soggetti non residenti, le quali devono programmare i propri piani di investimento in un’ottica di medio-lungo termine.

In concreto, l’aumento del credito riguarda le seguenti aree:

  • investimenti R&S: dal 12 al 20% con limite che passa da 3 a 4 milioni di Euro
  • innovazione tecnologica e design: dal 6 al 10% con limite che passa da 1,5 a 2 milioni di Euro
  • innovazione digitale 4.0: dal 10 al 15% con limite che passa da 1,5 a 2 milioni di Euro

Ai fini della fruizione del credito è necessaria una relazione tecnica da predisporsi a cura dell’impresa ed una certificazione da parte di un soggetto incaricato alla revisione legale dei conti che asseveri il diritto al credito, il quale figurerà in bilancio in qualità di contributo in conto esercizio (voce A.5 del conto economico).

Per qualsiasi ulteriore chiarimento o informazione contattateci.

Dove Siamo

Contatti

Studio Tributario Associato – Battaglia Cesari Zangrillo
Indirizzo: Via Po, 102
CAP: 00198 – Roma
Email: info@studiobcz.it
Telefono: +39 06 87811744
Fax: +39 06 92594608